Intervista on the road a Firouzgar - Vialogando
Vialogando è un progetto editoriale che vuole raccontare incontri, luoghi e volti on the road. Mossi dall’intima esigenza di vivere e condividere il mondo del nostro tempo in tutte le sue sfumature, partiremo dall’Europa alla volta della Siberia
mongol rally 2018, mongol rally team
1037
post-template-default,single,single-post,postid-1037,single-format-video,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Intervista on the road a Firouzgar

Intervista on the road a Firouzgar

Ci troviamo a Tehran, megalapoli da più di 13 milioni di abitanti, dove nel caos quotidiano si possono trovare anche piccole minoranze religiose e culturali, sopravvissute per secoli a dominatori e regimi. Abbiamo incontrato presso il tempio zoroastriano il signor Firouzgar, sacerdote e responsabile della comunità della capitale. Lo zoroastrismo era la religione principale dell’Asia centrale tra il VI secolo Ac e il X secolo Dc. Fondata dal profeta Zarathustra, crede che l’unico dio, Ahura Mazda, è impegnato in un eterno duello con le forze delle tenebre. Al fedele spetta il compito di scegliere fra luce e oscurità, e contribuire con le sue azioni alla salvezza del mondo. Religione di Stato dell’antico impero persiano, lo zoroastrismo è decaduto dopo l’avvento dell’Islam nel VII secolo ed oggi esistono circa 35.000 credenti in Iran. Firouzgar ci racconta qualcosa di più di questa antichissima religione.

No Comments

Post A Comment