Intervista on the road a Nilüfer Kuyaş - Vialogando
Vialogando è un progetto editoriale che vuole raccontare incontri, luoghi e volti on the road. Mossi dall’intima esigenza di vivere e condividere il mondo del nostro tempo in tutte le sue sfumature, partiremo dall’Europa alla volta della Siberia
mongol rally 2018, mongol rally team
1009
post-template-default,single,single-post,postid-1009,single-format-video,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Intervista on the road a Nilüfer Kuyaş

Intervista on the road a Nilüfer Kuyaş

La nostra seconda intervista on the road si svolge in un caffè di Istanbul, tra un caffè e lo sguardo dolce e un po’ malinconico di Nilüfer Kuyaş. Laureata negli Stati Uniti e con un master in psicologia sociale in Turchia, è stata produttrice ed editrice della BBC Turkish Publications a Londra. Dopo diverse pubblicazioni, nel 2004 ha vinto il Memet Fuat Trial Prize con il suo primo libro, “Other Life”. Il rapporto con la sua città ci ha particolarmente toccato: Istanbul è sempre stata una città cosmopolita e le ha permesso di conoscere altre persone, altre culture; poi di viaggiare e infine scrivere è diventato facile. Con una voce fuori dal tempo ci dice di essersi sempre sentita europea, e di essere abituata a viaggiare negli Stati Uniti, a lavorare a Londra, a incontrare italiani sulle rive del Bosforo. Ha scoperto solamente negli ultimi anni di essere considerata parte del “Medio Oriente”, con tutti i significati, spesso negativi, che questo termine sfortunatamente sottintende. Una voce forse fuori dalla Storia o, forse, proprio per questo, eternamente sincera.

No Comments

Post A Comment